L'actualité de Fabrice Santoro

VOEUX 2012

VOEUX 2012

79 commentaires

  1. Your atricels are for when it absolutely, positively, needs to be understood overnight.

  2. I love these aritcles. How many words can a wordsmith smith?

  3. Basta lgreege il comunicato della Curia Fiorentina per comprendere l’accaduto. Si faccia presente, come precisato, lo stesso Betori, in una lettera del primo ottobre scorso, avesse ribadito il precetto, ossia l’ingiunzione a non celebrare il matrimonio, gia disposta addirittura due anni fa dal suo predecessore, il cardinale Ennio Antonelli. Cioe, c’erano gia due consigli a non celebrare il matrimonio mentre don Santoro che a questo punto non poteva non sapere ha proceduto ugualmente. Per l’accaduto riporto direttamente la nota della Curia fiorentina: Ieri mattina, presso la comunita delle Piagge si e compiuta la simulazione di un sacramento, ponendo un atto privo di ogni valore ed efficacia, in quanto mancante degli elementi costitutivi del matrimonio religioso che si voleva celebrare. Tale simulazione e stata posta in atto da don Alessandro Santoro in contrasto con le disposizioni piu volte dategli dai superiori, primo fra tutti il precetto’ che gli fu formalmente intimato dal Card. Ennio Antonelli il 15 gennaio 2008, successivamente rinnovato nei colloqui e negli scritti intercorsi con l’Arcivescovo Mons. Giuseppe Betori L’atto prosegue la nota assume particolare gravita in quanto genera inganno nei riguardi delle due persone coinvolte, che hanno potuto ritenere di aver celebrato un sacramento laddove cio era impossibile, nonche sconcerto e confusione nella comunita cristiana e nell’opinione pubblica, indotta a pensare che per la Chiesa siano mutate le condizioni essenziali per contrarre matrimonio canonico. Gesti come quello posto da don Alessandro Santoro contraddicono il ministero di pastore di una comunita, per la quale il sacerdote deve rappresentare la voce autentica dell’insegnamento dottrinale e della prassi sacramentale della Chiesa cattolica All’Arcivescovo di Firenze conclude la nota non resta pertanto che riconoscere con dolore e preoccupazione questo dato di fatto e, come preannunciato allo stesso don Santoro, sollevarlo a partire da questo momento dalla cura pastorale della comunita delle Piagge che gli era stata formalmente affidata come cappellania il 14 settembre 2006, ma presso la quale egli ha svolto azione pastorale fin dal 1994 .In poche parole il sacerdote, durante la messa, ha celebrato le nozze di un signore, nata uomo e poi diventato’ donna, e un uomo nonostante i continui preavvisi scritti e orali dei Vescovi succedutisi a non procedere a celebrare il sacramento che nella fattispecie e solo simulato in mancanza dei requisiti costitutivi ossia che venga celebrato tra un uomo ed una donna per la Chiesa.

  4. Vedete, fndaeco seguito a precedenti discussioni e vero che mons. Betori non ha svolto la visita presso la Comunita anche perche arrivato da poco e la visita pastorale di una diocesi come Firenze potrebbe richiedere anche diversi anni!!! ma e accertato che don Santoro aveva avuto modo di sapere, per scritto e verbalmente, sia da Mons. Antonelli prima che da Mons. Betori dopo, che non era conforme all’insegnamento della Chiesa la celebrazione che intendeva fare ma lui disubbidendo ai due pastori, noncurante degli avvertimenti, in disprezzo delle norme della comunita cui appartiene la Chiesa ha volutamente proceduto a celebrare! Allora chi ha sbagliato? Il Vescovo che ci aveva anche parlato con don Santoro o don Santoro? A mio modesto avviso don Santoro che ha volutamente compiuto un atto contrario alla comunita cui appartiene la Chiesa Santa di Dio!!! Per me e chiaro!

  5. be, eattteivfmenfe, dopo quanto letto, chiamare atto di arroganza clericale quello di mons. Betori che gia, dopo Antonelli, aveva gia parlato con don Santoro per chiarigli quale fosse il comportamento giusto nel caso e eattteivfmenfe errato in questo caso il vescovo si e comportato bene. Ha parlato col parroco, gli ha scritto il parroco ha proseguito nel suo atteggiamento ed il Vescovo si e visto giustamente costretto ad intervenire! vedete, bisogna sempre accertare il reale andamento dei fatti per comprendere chi abbia ragione oppure no anche io in un primo momento avevo visto come esagereto l’improvviso’ atto del Vescovo ma visto che aveva gia parlato e scritto al parroco peraltro dopo che lo stesso predecessore mons. Antonelli aveva gia chiarito la questione a don Santoro e evidente che ha fatto bene il vescovo di Firenze!

  6. Non ceonscovo il testo della curia fiorentina ma ora che l’ho letto lo trovo allucinante e assurdo: cerchero’ di dimenticarlo presto altrimenti perdo la completa fiducia nel matrimonio canonico’ ho sempre pensato che e un sacramento, mysterium dono di Dio e vorrei continuare a crederlo gerna inganno nelle persone coinvolte e una frase realmente fuori dalla realta complimenti all curia fiorentina..complimenti!!!Valerio

Poster un commentaire